Agosto

image

Agosto. Lo riconosci dalle mie parti dalle giornate di vento e mare agitato che cominciano. Il sole continua a bruciare incoraggiante ma tu lo percepisci che qualcosa sta cambiando… che non è più come un mese fa quando c’erano le giornate con l’argento vivo addosso… quelle che non c’era tempo da perdere per correre in spiaggia ed entrare calmi in acqua godendosi l’ebbrezza dell’acqua sulla pelle… No. Qualcosa è cambiato. C’è nell’aria il presentimento… sapete quella sensazione tipica di quando tutti sanno qualcosa ma non se ne parla perché si ha quasi paura di spezzare l’incantesimo, che quel qualcosa accada… e allora si fa tutti finta di niente ma… chi vogliamo prendere in giro!E oggi è una di quelle giornate un po’così… un po’preventivamente malinconiche… già perché l’estate è ancora viva e arzilla però mi preparo al peggio… e mi porto avanti con il lavoro: collaudo lo stato d’animo da adottare quando sarà il momento opportuno! Il guaio è che poi queste giornate così… di allenamento… finiscono col prendersi troppo sul serio e ti travolgono. E ti ritrovi ad annegare nella nebulosa dei pensieri affastellati. E diventano incredibilmente faticose da gestire. Perché improvvisamente divengono metafora di altro… e pensi che agosto è come una storia d’amore dopo i fuochi d’artificio iniziali… e allora cominci proprio a detestarlo questo mese… come detesti tutto ciò che ha in sé il senso della fine, come detesti gli addii, le partenze e tutto ciò che significhi distacco e strappo. E allora… beh e allora… ormai sei arrivata in spiaggia e hai poggiato la borsa, non resta che farsi coraggio e sfidare queste onde irriverenti oggi… potrebbe anche darsi sia divertente!

#Thoughts

image

Oggi la testa pesa… nemmeno lo scirocco tormentoso è riuscito a staccarla da sé… oggi i passi arrancano… nemmeno la sabbia leggera è riuscita a renderli lievi… oggi gli occhi scrutano… nemmeno il cielo limpido è riuscito a distrarli… giornate di pietra e sale… pensieri…