Niente è impossibile…

“Niente è impossibile”, così le continuava a ripetere. Lei scuoteva la testa… aveva imparato a porsi obiettivi minimi realisticamente raggiungibili, a valutare pro e contro di ogni azione, l’imprevisto… la possibilità… non appartenevano al suo mondo. Almeno fino a quel momento… chissà perché ma continuava a pensare a quelle parole e a quegli occhi… quegli occhi ci credevano in quelle parole… per la prima volta aveva intravisto una luce reale in uno sguardo… più ci pensava e più si faceva spazio nella sua mente l’eventualità che lui avesse ragione… Non credeva a ciò che le stava accadendo eppure… lentamente si svegliò dal torpore, raccolse i pensieri stantii e li ripose nella vecchia valigia sotto al letto, “qui starete bene per un po’… è arrivato il momento di fermarsi un attimo.”. Così… decise che davvero per un po’almeno sarebbe stata bene lì… con lui… decise che forse davvero era giunto il momento di crederci…